martes, 30 de septiembre de 2014

BRASILE, UN’ELEZIONE CRUCIALE


BRASILE, UN’ELEZIONE CRUCIALE


Marina Silva, neoliberista, schierata con l'egemonismo USA

inv Maximiliano Barreto L’ascesa al potere di Hugo Chavez in Venezuela nel 1999 apre una nuova fase storica in America Latina. Da allora, tutte le elezioni presidenziali nella regione hanno trasmesso (e ci trasmettono) lo stesso sentimento: incertezza per quanto riguarda la continuazione del progetto di unità regionale. Pertanto, molte volte siamo stati esposti a questa situazione,

Banco del Sur fundamental para Suramèrica

 Es fundamental poner en marcha el Banco del Sur, un banco de desarrollo multilateral de nuevo tipo, cuyas contribuciones para conformar los 20 mil millones de dólares de capital autorizado fueron anunciadas finalmente en julio pasado, luego de 7 años de haber firmado su carta fundacional: Brasil, Argentina y Venezuela contribuirán con 4 mil millones de dólares cada uno; al tiempo que Uruguay, Paraguay, Bolivia y Ecuador aportarán en conjunto 8 mil 


domingo, 28 de septiembre de 2014

Pilota attivo in Iraq ricercato dai servizi militari francesi

Anche i piloti che il presidente francese Hollande ha inviato a bombardare in Iraq -al lato degli Stati Uniti  e dei monarchi arabi- rivendicano pubblicamente le dimissioni del presidente più impopolare della

sábado, 27 de septiembre de 2014

28 Settembre 2001: Intervista esclusiva a Bin Laden che nega coinvolgimenti nell’11 Settembre.

Testo integrale del settembre 2001 intervista “esclusiva” di carta pakistano Nota del Global Research Editor Portiamo all’attenzione dei nostri lettori il seguente testo dell’intervista di Osama bin Laden con un quotidiano pakistano, pubblicato a Karachi il 28 settembre, 2001,

Nuova rivista russa


vea-look:  
RUSSIA-INSIDER  
aqui
+


RUSSIA-INSIDER in Youtube

a-qui
+

viernes, 26 de septiembre de 2014

Guatemala: ¡Atención, ruta peligrosa!

Pido a los oficiales del Ejército no voltear su fuerza en contra de la población

MIGUEL ÁNGEL SANDOVAL
En pocas semanas llegamos al aniversario 18 de la firma de la paz. Hoy no parece que la misma haya tenido lugar. Nos deslizamos a ojos vistas a escenarios de conflicto muy agudos, al grado que Amnistía Internacional anuncia derramamiento de sangre en nuestra patria. Por ello quiero hacer un llamado urgente a los sectores políticos del país para hacer un alto de reflexión y no seguir en la pendiente represiva en que nos encontramos. Lo hago como negociador del proceso de paz desde el inicio del mismo. Por ello creo que las
te puede interesar: VICTORIA POPULAR, DEROGADA la LEY MONSANTO
  AQUI

jueves, 25 de septiembre de 2014

Stati Uniti: Come ti bombardo 7 Paesi in sei anni

"Minaccia" russa secondo pericolo mondiale, dopo l'ebola e prima del terrorismo

Obama, dopo aver ribadito il carattere “eccezionale” di sè stesso e del Paese che dirige -consuetudinaria formula laicizzata per ribadire il genetico fondamentalismo religioso fondativo- ha stabilito una sorprendente hit parade delle minacce che ora ricorrono il mondo.
Ha suscitato non poche reazioni di stupore in molti partecipanti all'Assemblea dell'ONU, mentre altri sono rimasti letteralmente di stucco. Alcuni, come il ministro degli esteri russo Lavrov, hanno commentato persino con sarcasmo le parole -definite “bizzarre”- dell'inquilino della Casa Bianca.

Venezuela, Alba, America Latina: la rivoluzione procede

Fabio Marcelli Tempi duri per i nemici della rivoluzione venezuelana. Sembra definitivamente fallito il tentativo golpista-insurrezionale dei pariolini di Caracas, coadiuvati da avanzi di galera e residuati bellici del paramilitarismo colombiano, che rischiano la disoccupazione e anche il carcere a causa del processo di pace promosso dal presidente Santos e dalle Farc.
E’ in gioco la capacità del popolo venezuelano di conservare e migliorare le indubbie

Calle 13: Así de grandes son las ideas (videomusica)

miércoles, 24 de septiembre de 2014

Costarica: Storica sentenza contro i cibi transgenici

La Corte Suprema ha sentenziato che le modalità attuali con cui vengono accordati i permessi per autorizzare gli ogm è incostituzionale e vìola i diritti dei cittadini. L'azione legale venne promossa nel 2012 da gruppi ecologisti. Si chiedeva l'incostituzionalità del Regolamento statale del Servizio Fitosanitario, all'interno del quale erano presenti norme che violavano i diritti delle persone perché tenevano nascoste le informazioni tecniche utilizzate per l'autorizzazione alla coltivazione di ogm

martes, 23 de septiembre de 2014

ITALIA: Nell’occhio del ciclone

L'occidente sta entrando nella fase dell’autofagia distruttiva

Lanfranco Binni Se perfino il più alto pastore della chiesa cattolica parla di terza guerra mondiale in corso, «a pezzi», non ancora globale, e allerta il suo gregge contro i lupi della guerra, gli spacciatori di armi, gli speculatori finanziari, i politicanti corrotti, e cerca di svegliare le sue pecore dal torpore servile e connivente, la situazione del mondo

 vedi UE: Campione di autogol   QUI

lunes, 22 de septiembre de 2014

1 In 4 Americans Want Their State To Secede From The US

     With all eyes firmly fixed on Europe's secessionist movements (most notably Scotland and Catalan), the growing tensions in America took a back seat for a moment. But, as Reuters reports, a recent poll found one-in-four Americans want their state to secede from The US with men more secessionist than women and the Southwest most aggrieved. By the

BRAZIL: Marina Silva la Capriles brasileña

 Fundadora con Lula del Partido de los Trabajadores y hoy pasada al campo de la más reaccionaria derecha

Miguel Angel Ferrer* El próximo domingo 5 de octubre habrá elecciones presidenciales en Brasil. Se enfrentarán la actual presidenta Dilma Roussef y Marina Silva, candidata del Partido Socialista, organización política de extrema derecha, fiel seguidora de los dictados de Washington y que de socialista sólo tiene el nombre.

domingo, 21 de septiembre de 2014

sábado, 20 de septiembre de 2014

Parlamento Europeo: Boicottare chi compra petrolio ai terroristi dell'Iraq

Sanzionare alcuni stati dell'UE che commerciano illegalmente con EIIL

Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che ingiunga ai governi dell'Unione Europea (EU) a boicottare qualsiasi accordo di acquisto del petrolio ai terroristi (di variegata e mutevole denominazione) conosciuto come EIIL che impazza in Iraq. I terroristi vendono il greggio e altri prodotti ad alcuni stati della UE, attraverso reti attive stabilite in Turchia e Giordania,